Navigazione veloce

Esami integrativi/Idoneità

STUDENTI ISCRITTI ALLE CLASSI SUCCESSIVE ALLA PRIMA

Non sono ammessi passaggi ad altro indirizzo di studi dell’istruzione secondaria superiore in corso d’anno per le classi successive alla prima. Per il passaggio vero e proprio si deve attendere la conclusione dell’anno scolastico.  E’ tuttavia consigliabile prendere al più presto contatti con l’Istituto di destinazione (anche in corso d’anno), per acquisire le informazioni necessarie e dar modo alla scuola di organizzarsi adeguatamente.

Per questo tipo di passaggi si differenziano tre possibili situazioni:

  1. Nel caso in cui lo studente venga promosso può chiedere di sostenere esami integrativi (si veda il glossario in fondo alla scheda) per essere inserito, nella scuola di destinazione, nella classe successiva a quella già frequentata.
  2. Nel caso di studente non promosso: Si può richiedere l’ammissione, nella nuova scuola, alla classe corrispondente a quella già frequentata; in tale caso è necessario sostenere esami  integrativi (si veda il glossario in fondo alla scheda)
  3. Nel caso di studente con giudizio sospeso, questi è tenuto a svolgere le verifiche per il recupero del debito nella scuola di provenienza. In relazione ai risultati di tali verifiche lo studente verrà a trovarsi nella situazione 1 o 2.

In tutti i tre casi è necessario rivolgersi alla scuola di destinazione per:  –  compilare una richiesta per sostenere gli esami integrativi o di idoneità;  – consegnare copia della/e pagella/e della scuola di provenienza; –  consegnare i programmi svolti in tutte le discipline nella scuola di provenienza; –  ricevere indicazioni su discipline ed argomenti che saranno oggetto degli esami da sostenere. –  ottenere informazioni sulle date degli esami.

  1. L’esame di idoneità è possibile solo nei casi previsti dall’art. 192 del Testo Unico (1994): – Lo studente che si ritiri entro il 15 marzo dell’anno scolastico in corso, può sostenere esami di idoneità presso il proprio o altri istituti per accedere alla classe successiva a quella frequentata; – Lo studente che volesse recuperare l’anno o gli anni persi a seguito di non promozione: in tale caso non si tratta di abbreviazione del corso di studi, ma di effettivo recupero. Ad esempio: lo studente che ha frequentato la classe seconda e ottenga la promozione alla classe terza, può presentarsi agli esami di idoneità alla quarta solo nel caso che siano trascorsi 3 o più anni dal conseguimento del diploma di terza media.

Si può richiedere alla scuola di provenienza il nulla-osta (si veda il glossario in fondo alla scheda) solo dopo aver superato l’esame di idoneità o l’esame integrativo; Nel caso in cui l’esame di idoneità o l’esame integrativo abbiano esito negativo, la commissione d’esame, in base all’esito delle prove,  può deliberare l’ammissione alla classe precedente a quella richiesta.

AVVERTENZE

E’ fondamentale che studente e famiglia restino sempre in contatto sia con la scuola di provenienza che con quella di destinazione, per verificare che tutte le operazioni sopra descritte siano portate a termine.

La possibilità di inserimento di nuovi alunni in classi successive alla prima dipende da vari fattori che il Dirigente scolastico può prevedere solo in parte. Può quindi accadere che la scuola  non sia in grado di assicurare l’accoglienza degli studenti. L’esito positivo degli esami integrativi o d’idoneità consente di norma l’iscrizione presso la scuola di destinazione. Nel caso si creasse una situazione tale da rendere impossibile l’inserimento, sarà cura della scuola di provenienza (che non ha ancora rilasciato il nulla-osta) cercare, con lo studente e la famiglia, possibili soluzioni per garantire il diritto allo studio.

Coloro che intendono iscriversi ad altra scuola dopo essersi ritirati da quella frequentata sono tenuti ad inviare la domanda ad entrambe le scuole in quanto la disciplina dei trasferimenti diretti da una scuola ad un’altra (necessità del nulla osta) si applica anche ai casi nei quali vi sia stata interposizione di ritiro dalla prima scuola.

GLOSSARIO

Esame integrativo: esame che deve svolgersi, nella scuola di destinazione  prima dell’inizio delle lezioni, su materie o parti di materie non comprese nei programmi del corso di studi di provenienza. Questo esame viene svolto quando si passa ad una classe successiva rispetto a quella frequentata con successo (promozione).

Esami di idoneità: esame che deve svolgersi, nella scuola di destinazione  prima dell’inizio delle lezioni, su tutte le materie della/e classe/i precedente/i a quella richiesta. Questo esame viene svolto per passare a classi superiori rispetto a quella per cui si è in possesso di ammissione.

Nulla-osta: vuole letteralmente dire che niente ostacola la concessione al trasferimento in altra scuola. Si tratta uno strumento che la norma prevede  per garantire che gli studenti soggetti al diritto/dovere di istruzione e formazione (fino ai 18 anni di età) lo rispettino. Il nulla-osta viene concesso dal Dirigente scolastico della scuola di appartenenza, dopo aver verificato che lo studente trovi accoglienza in altro Istituto o comunque espleti l’obbligo con una delle modalità previste dalla normativa.